BiologiaEcologiaNews

Giornata mondiale per la conservazione della natura 2021

Annuncio Pubblicitario

Il 28 luglio di ogni anno si festeggia la Giornata Mondiale per la conservazione della natura.
Lo scopo è quello di promuovere metodi ed incoraggiare le persone ad adottarli per ridurre al minimo i danni che l’uomo ha già causato all’ambiente.
In particolare, si cerca di creare consapevolezza per la conservazione delle risorse naturali del nostro pianeta.

Il tema principale nel 2021

Quest’anno l’argomento principale trattato è “Foreste e mezzi di sostentamento: sostenere le persone e il pianeta”.
Il tema mette in risalto l’importanza della coesistenza dell’essere umano con le risorse naturali messe a disposizione dal pianeta.
Dunque, preservare le risorse naturali e la loro disponibilità per le generazioni future è responsabilità della generazione attuale.

Quattro consigli utili per la conservazione delle risorse

  • Risparmiare elettricità: spegnere le luci, ventilatori ed elettrodomestici quando non li si usa. Si può anche optare per fonti di energia a basso consumo come i LED al posto delle normali luci.
  • Risparmiare acqua: una delle principali cause del cambiamento climatico degli ultimi tempi è stata quella dell’abbassamento dei livelli dell’acqua potabile. Assicurarsi di chiudere i rubinetti e controllare eventuali sprechi aiuterebbe a risparmiare migliaia di litri d’acqua all’anno.
  • Riciclare e riusare: scegliere di riciclare e riutilizzare gli oggetti di uso quotidiano diminuirebbe senza dubbio la quantità di rifiuti. Preferire soprattutto contenitori e stoviglie riutilizzabili invece di quelli usa e getta.
  • Limitare i rifiuti elettronici: a causa dell’obsolescenza programmata sempre più spesso si tende a cambiare con facilità i propri dispositivi elettronici. Sarebbe meglio evitare il più possibile l’acquisto di nuovi dispositivi elettronici e cercare di riutilizzare quelli già in possesso.
    Ciò eviterebbe che gli scarti elettronici diventino sempre di più una minaccia per l’ambiente.

Il concetto di sviluppo sostenibile

Oltre ai precedenti consigli, teniamo a far sapere che lo sviluppo sostenibile è uno dei pochi metodi per raggiungere questo obiettivo, ovvero proteggere e conservare le risorse naturali per le generazioni future attraverso un’economia che rispetti sempre più l’ambiente.
Una definizione ampiamente condivisa del concetto di sviluppo sostenibile ci permette di capire cosa significa questo termine.
«Lo sviluppo sostenibile, lungi dall’essere una definitiva condizione di armonia, è piuttosto processo di cambiamento tale per cui lo sfruttamento delle risorse, la direzione degli investimenti, l’orientamento dello sviluppo tecnologico e i cambiamenti istituzionali siano resi coerenti con i bisogni futuri oltre che con gli attuali» .

Uno spirito comune tra cittadini ed istituzioni per la conservazione della natura

Come ci suggerisce la definizione questo deve essere un processo che porta a proteggere le risorse naturali, quindi non può essere una transizione istantanea.
Tuttavia, con il crescere delle sempre più allarmanti condizioni ambientali tale processo dovrà ricevere una sempre maggiore accelerazione.
Per questo motivo è importante avere una maggiore consapevolezza delle sempre più importanti tematiche ambientali.
Inoltre, è innegabile che a questa maggiore consapevolezza cittadina si dovranno aggiungere degli sforzi istituzionali ancora più importanti.
A questo proposito iniziative come la giornata mondiale per la conservazione della natura hanno un ruolo centrale per risvegliare uno spirito comune di cura e rispetto per la nostra casa, ovvero la Terra.

Seguici e supportaci

Questo articolo prende spunto e traduce parte dell’articolo: World Nature Conservation Day 2021: Here are Things You Could do to Conserve Natural Resources.
Se vuoi rimanere sempre aggiornato visita la sezione news.
Non dimenticare inoltre di visitare i nostri social: Facebook ed Instagram.

Annuncio Pubblicitario

Gianmarco Virzì

Web designer, programmatore laureato presso la facoltà di Scienze Naturali dell’università di Bologna, ha attualmente molteplici passioni come: i viaggi, la storia, la cultura (apprezza particolarmente quella giapponese), le arti marziali, il fitness, la cucina, la musica (suona la batteria), la fotografia e l’informatica. Ama la natura e tutto ciò ad essa collegata e da questo nasce la sua linea di pensiero, che può essere riassunta con una citazione di S. Agostino: “il mondo è un libro e quelli che non viaggiano ne leggono solo una pagina” Il suo sogno è di intraprendere la carriera da divulgatore scientifico e di contribuire alla conservazione degli ecosistemi ed alla gestione del territorio.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button